IL BLOG

News

L’articolo su Border Weed del Giornale di Como

31.01.2019

Anche i giornali locali si sono accorti di Border Weed! E non poteva essere altrimenti: siamo un progetto giovane ma che guarda al futuro con grandi propositi.

Se ti sei perso l’articolo di Border Weed nello speciale aziende, lo spazio riservato dal gruppo del Giornale di Como a tutte le realtà imprenditoriali emergenti, nessun problema! Qui di seguito ti riportiamo qualche stralcio di quello che hanno detto su di noi. (Dal Giornale di Cantù del 29 dicembre 2018)

Canapa Light coltivata e lavorata a mano sul territorio

Border Weed è un progetto innovativo che si occupa della coltivazione e commercializzazione di Canapa Sativa Legale. L’idea è stata di Mattia Bernasconi e Mattia Imburgia, che hanno deciso di lanciarsi in una nuova attività dal sapore agricolo. Hanno così trasformato dei terreni a Bizzarone, vicino al confine svizzero, in una vera e propria piantagione di canapa. Il tutto, ovviamente, legale al 100%.
“Abbiamo iniziato la primavera scorsa, costruito tre serre e piantato circa 1000 piante di Canapa Sativa a basso contenuto di THC” spiega uno dei due soci, Mattia Bernasconi.

Ricordiamo la differenza tra THC e CBD

Ricordiamo che la Cannabis con un contenuto di THC (ossia il principio attivo) che non superi lo 0,2% può essere prodotta e venduta liberamente, non crea alcun tipo di effetto psicotropo ma al massimo è in grado di conferire un lieve senso di relax. Questo grazie al CBD, ovvero il Cannabidiolo, metabolita della Cannabis Sativa dagli effetti rilassanti, anticonvulsivanti, antidistonici, antiossidanti, antinfiammatori, favorisce il sonno ed è distensivo contro ansia e panico.

Gli utilizzi della Cannabis legale sono molteplici, ad esempio i suoi semi possono essere adoperati per creare numerosi alimenti o prodotti cosmetici particolarmente benefici.
La Cannabis legale light si può tranquillamente comprare sia nei negozi dedicati che su internet.
“I nostri prodotti sono di elevata qualità e rispettano tutti i criteri di certificazione e legalizzazione per la coltivazione in Europa” continua Bernasconi. “Il nostro team di esperti nel settore cura nel dettaglio ogni aspetto per arrivare a un risultato ottimale. Le nostre infiorescenze di Cannabis vengono coltivate naturalmente, recise e trattate manualmente, senza aggiunta di additivi chimici”.

La coltivazione di Cannabis legale “made in Bizzarone”

La coltivazione di Border Weed segue quindi i ritmi della natura e della stagionalità. Da novembre il primo raccolto è in vendita: ci sono già alcuni negozi del territorio che rivendono le infiorescenze “made in Bizzarone” e da gennaio si potrà acquistare online sul sito www.borderweed.com. “Lo shop online offrirà differenti tipologie di infiorescenze di Canapa; ognuna delle quali caratterizzate da percentuale di THC nei limiti imposti dalla legge. Il CBD, invece, principio attivo protagonista dei nostri prodotti, avrà delle percentuali variabili a dipendenza della specifica genetica” spiegano i fondatori. Inoltre presto si potrà anche gustare la birra a marchio Border Weed: la Cannabis Light coltivata sarà infatti l’ingrediente principale per la produzione di una birra artigianale. E i due soci sono già pronti per la prossima primavera, quando ri-semineranno i terreni e daranno il via a una nuova produzione.

Una buona ragione per conoscere e toccare con mano la qualità delle infiorescenze di Canapa legale coltivata naturalmente e lavorata a mano sul territorio da Border Weed.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *