IL BLOG

Weed

La fioritura e la raccolta della Cannabis

02.11.2018

Lo sapevi? La pianta di Cannabis attraversa diverse fasi di crescita e fioritura prima di essere pronta per la raccolta. Noi di Border Weed lo sappiamo bene: per questo teniamo le nostre piante sotto controllo man mano che si sviluppano e seguiamo scrupolosamente la raccolta della Cannabis e l’essicazione delle cime.

Le fasi di fioritura della Cannabis

Quando la crescita vegetativa della pianta raggiunge il primo stadio di fioritura, ovvero lo stadio floreale prematuro, si formano fiori femminili primordiali. In questa fase è importante garantire alla pianta le giuste condizioni ambientali e spazio sufficiente per crescere.

Solo successivamente inizia la vera e propria fioritura, quando cioè i rami si allungano e si formano grappoli vistosi di fiori femminili. È a questo punto che interveniamo direttamente sulla pianta con concimi naturali adeguati e non troppo invasivi. Noi di Border Weed infatti, siamo contrari all’utilizzo di pesticidi ed agenti chimici inquinanti e dannosi per l’ambiente.

Una volta raggiunto il picco della fioritura, la pianta continua a crescere e la quantità di resina inizia ad essere abbondante. In questa fase possiamo procedere con una prima analisi dei principi attivi presenti nella pianta. E ovviamente iniziamo a valutare le qualità aromatiche delle nostre amate cime.

L’ultimo stadio è quello della fioritura avanzata, che termina con la senescenza della pianta. Il raccolto avviene proprio in questa fase, prima che cessi ogni tipo di crescita e che la resina cominci a deteriorarsi.

La raccolta della Cannabis di Border Weed

La raccolta della Cannabis nelle nostre serre è fatta secondo il metodo scalare, questo è possibile perché la coltura delle nostre piante di Canapa è effettuata in modo individuale.

Ecco in cosa consiste il nostro metodo. Quando la pianta ha raggiunto la fase finale dello sviluppo, iniziamo con la raccolta delle infiorescenze rimuovendo manualmente le cime superiori dalla pianta di Cannabis. Questo processo graduale, che dura qualche giorno, permette alle cime inferiori di ricevere più luce e di avere più spazio.

Dopo la fase di raccolta della Cannabis che, come abbiamo già detto, avviene totalmente a mano, procediamo con la pulizia delle cime (trim) per eliminare foglie, funghi ed impurità dalla pianta.

Preferiamo una raccolta di questo genere perché permette un miglior controllo sull’uniformità del processo di maturazione e così facendo miglioriamo il prodotto in termini di quantità e qualità.

L’essiccazione della nostra Cannabis Light

Noi di Border Weed puntiamo ad offrire Canapa Light con la migliore resa aromatica possibile.

Un fattore fondamentale per raggiungere questo obiettivo è l’essiccazione. Questa fase infatti è essenziale per ottenere la migliore qualità possibile e se fatta nel modo sbagliato potrebbe rovinare tutti i nostri sforzi.

Ecco come lavoriamo per ottenere una cima secca e perfetta:
– controlliamo sempre i pistilli e che il loro colore cambi da trasparente ad ambrato
– procediamo con la raccolta della Cannabis quando il substrato è asciutto per aiutare l’essiccazione
– nella fase di trim maneggiamo con cura le cime per non rischiare di perdere resina
– controlliamo scrupolosamente le piante per rimuovere eventuali parti attaccate da funghi
– controlliamo sempre l’umidità: l’ideale per essiccare la Cannabis è mantenerla tra il 50 e il 60%. Un valore più basso causerebbe un’essicazione troppo rapida delle piante
– regoliamo la temperatura di essiccazione (25°C) e manteniamo una ventilazione adeguata

Seguendo queste semplici ma impegnative regole per il nostro processo di essiccazione, riusciamo a portare sul mercato un prodotto di qualità e competitivo. Non ti resta che provarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *