IL BLOG

Weed

Animali e CBD: un aiuto per gli amici a quattro zampe

02.12.2018

Spesso quando i nostri animali domestici sono malati o soffrono per fattori esterni che li innervosiscono veniamo pervasi da una sensazione di impotenza. Non sempre poi è possibile portare il nostro miglior amico dal veterinario per iniziare un trattamento, poiché ci può essere una lunga lista di attesa.
Nonostante pochi di noi ne siano a conoscenza, l’olio al CBD spesso e volentieri può risolvere o alleviare le sofferenze dei nostri amici a quattro zampe. Ovviamente bisogna somministrare olio di CBD specifico per la specie del nostro cucciolo e stare attenti ai dosaggi. Scopri perché animali e CBD possono diventare grandi amici.

Quali animali possono avere benefici dall’olio al CBD?

Non tutte le razze e specie animali possono sfruttare i benefici del CBD. Da alcuni studi effettuati sul campo però, è emerso che gatti, cani e cavalli reagiscono bene a trattamenti al CBD.
Questo non significa che altre specie non ne traggano benefici semplicemente gli studi si sono concentrati sugli animali di cui più frequentemente ci prendiamo cura.

In ogni caso prima di somministrare olio CBD a qualsiasi animale domestico, è sempre opportuno contattare e chiedere il parere di un veterinario. In particolare se l’animale assume già altri farmaci o antidolorifici, il CBD potrebbe contrastarne l’effetto. Solo un veterinario può aiutarci con il dosaggio e chiarire eventuali dubbi.

Animali e CBD: gli scopi terapeutici

Gli animali vertebrati hanno un sistema endocannabinoide esattamente come il nostro. Questo agisce su una vasta gamma di processi biologici all’interno dell’organismo.E proprio come per gli umani, l’olio al CBD può essere utilizzato per contrastare disturbi fisici e mentali negli animali.

L’olio al CBD può ad esempio ridurre l’ansia e quindi aiutare i cani che hanno paura di restare a casa da soli o dei fuochi d’artificio. Sempre per ciò che riguarda il lato psicologico, poche gocce di olio di CBD possono calmare il nostro animale se è nervoso o irascibile.

E riguardo l’utilizzo come farmaco, si sono riscontrati diversi benefici nel combattere le infezioni ed una somministrazione regolare potrebbe addirittura prevenirle. Alcune razze di cani e gatti per esempio, sono spesso geneticamente predisposte a riscontrare malattie come l’artrite. Con l’olio al CBD possiamo alleviare i dolori causati da queste patologie. I farmaci tradizionali per la cura delle patologie animali possono avere effetti collaterali, per questo motivo, sempre più aziende stanno rilasciando formulazioni specifiche per animali derivanti dalla Cannabis. L’utilizzo del CBD come terapia è quindi in fase di esplorazione anche se sono sempre di più i casi accertati di beneficio per i nostri amici a quattro zampe.

Un aspetto innegabile è il potere nutrizionale del CBD per l’alimentazione degli animali domestici. Inserire il CBD nella dieta dei nostri amici animali infatti, rafforza le difese immunitarie e migliora il metabolismo.

Per concludere, il CBD non è certo una pozione magica che risolve tutti i problemi dei nostri animali. Ma può alleviare dolori e stress ed è un integratore alimentare valido per supportare il sistema immunitario dei nostri amici a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *